Turismo e riattivazione Urbana

Gli OBIETTIVI STRATEGICI individuati per questa value chain sono:
 

11 – Turismo: la filiera, le piattaforme multicanale e gli open data per la promozione

L’obiettivo strategico è di agevolare la digitalizzazione della filiera del turismo favorendo sia il turista, sia tutti gli operatori della filiera che operano a vario titolo nel settore turistico a 360° (trasporti, produzione, commercio, servizi …) stimolando l’integrazione tra il patrimonio culturale/ambientale e le tante realtà creative diffuse e valorizzando le opportunità offerte dal territorio in termini di “prodotti del made in Italy”.

Attraverso strumenti basati ad esempio, anche su tecnologie big data ed open data, l’obiettivo è incentivare la collaborazione fra diverse le imprese, valorizzare la filiera turistica regionale (anche per quanto riguarda il “racconto” delle eccellenze in ottica di promo-commercializzazione), nonché supportare il turismo esperienziale, il place branding e il marketing territoriale.

Si ritiene anche opportunofavorire la personalizzazione dell’esperienza di visita del turista e creare le condizioni per permettere lo sviluppo di funzionalità di ricerca automatica e l’autonomia di pubblicare e rendere disponibili informazioni e contenuti. Infine, non si esclude la possibilità di supportare l’innovazione di prodotto B2B e B2C sfruttando il rapporto con la cultura ed il territorio.

 

12 – Riattivazione urbana e “co-generazione”

L’obiettivo strategico intende mettere a sistema due approcci alla riattivazione e rigenerazione urbana al fine di valorizzarne le ricadute e gli effetti moltiplicatori. Il primo approccio guarda agli eventi che per loro natura, pongono da sempre al centro la sperimentazione, l’innovazione e lo sviluppo dei contesti in cui si realizzano.

L’obiettivo è innescare un processo virtuoso di rinnovamento che riguardi sia i contenuti sia il contenitore, ossia la produzione di nuova cultura da una parte e la rigenerazione degli spazi dall’altra. La co-generazione fa riferimento alla diffusione di una cultura collaborativa e guarda alla rigenerazione attraverso la promozione di un approccio partecipativo.

L’obiettivo è la promozione di azioni capaci di supportare lo sviluppo delle imprese culturali creative e dei “distretti creativi” attraverso la valorizzazione delle reti creative fondamentali per lo sviluppo dell’ecosistema che permetta il radicarsi di nuovi modelli di business.